Le SPIAGGIATE

Vi chiederete cosa sono… e oggi ve lo spiego!

“Le spiaggiate” è un termine coniato da me e da alcune mie amiche per definire le cazzate che fa mio marito, lo Spiaggione… mi direte quali tipo di cagate e io, vi rispondo dicendo tutte quelle a cui non avete mai pensato lui le ha fatte ,e se non le ha ancora fatte le farà… alcune di queste le ho rimosse, forse per un quieto vivere o per una pace mia interiore! Anche lui le ha rimosse perché, come dice “ne ho fatte talmente tante che come potrei ricordarmele tutte?”

Ormai quasi 10 anni fa conobbi un uomo di nome Andrea che dopo qualche settimana di frequentazione decise di portarmi via per un weekend romantico, mi chiese: “Europa, Spagna dimmi dove vorresti andare?” ed io prontamente gli risposi “ovunque tranne Barcellona, ci sono stata mille volte”. Venerdì sera, lui mi portò in aeroporto e indovinate con quale meta? Barcellona, va beh… alla fine ci andavo sempre per lavoro quindi anche fare la turista sarebbe stata comunque una bella esperienza, ma vi chiederete dove sta la spiaggiata? Calma calma, la spiaggiata è arrivata quando alla vista del quarto cartellone che indicava che il taxi stava seguendo la direzione opposta a Barcellona mi resi conto che lui aveva prenotato un hotel, naturalmente per errore, ad un’ora da Barcellona. Quindi dovemmo prendere un altro taxi per tornare indietro.

Lo Spiaggione è stato capace di prenotare i biglietti di andata per la Grecia ad agosto, ma il ritorno a luglio (giuro che questa non so proprio come sia riuscito a farla)

E’ quello che nella casa in affitto di quest’estate senza aria condizionata (ci hanno mandato mille mail per dircelo) si era convinto che si sbagliassero, e trovato un termostato in casa ha deciso di accenderlo, peccato che fosse il riscaldamento, quindi dopo 20 minuti la casa si è trasformata nel deserto del Sahara a mezzogiorno.

E’ riuscito a prenotare l’albergo un giorno dopo rispetto alla data di arrivo durante una vacanza.

E’ arrivato all’aeroporto accorgendosi solo al controllo dei passaporti di esserne sprovvisto.

E’ quello che lascia sempre il portafoglio sul bancomat, e lo ritrova comunque ogni volta.

5 anni fa ha comprato una macchina che non poteva entrare in areac convinto che ci potesse entrare, e dopo aver ricevuto qualcosa come 10 multe, per giustificare il suo errore, ha avuto da ridire sulla creazione dell’areac stessa.

E’ l’uomo che quando cerca di aggiustare qualcosa poi bisogna portarla a riparare da un professionista perché fa più danni di prima.

E’ colui che ha un pessimo rapporto con i navigatori, anzi ha una repulsione nei confronti di quella voce cosi tanto gentile che gli dice di girare verso destra, non so cosa possa avergli fatto in una vita precedente perché qualsiasi cosa la vocina dica, lui fa il contrario, tanto è che i bambini ogni volta che facciamo un viaggio chiedono al papà di far guidare la sottoscritta, e se ti permetti di chiedergli il perché le sue motivazioni sono sempre le stesse:

  1. è il navigatore che non è chiaro (girare a destra effettivamente potrebbe essere frainteso)
  2. le immagini sono troppo piccole e non vede bene
  3. le distanze non sono reali
  4. lui conosce una strada più veloce
  5. poi c’è la mia preferita, la musica della radio lo distrae e quindi ogni volta che guida lui è severamente vietato accendere la radio e ascoltare la musica

comunque non posso che essergli grata di essere così com’è, perché se non lo fosse la mia vita sarebbe molto più noiosa, io e i bambini non ci divertiremmo cosi tanto e poi non avrei così tanti argomenti per il mio blog….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...